Il brand universalmente conosciuto come Disney è stato creato da un uomo geniale, Walt Disney, di cui lo scorso dicembre si sono celebrati i 120 anni dalla nascita e i 55 dalla morte. Egli infatti nacque il 5 dicembre 1901 e morì il 15 dicembre 1966. Questo imprenditore statunitense ha creato un impero universale grazie ai suoi bellissimi personaggi animati, tanto cari ai bambini, ma non solo…

Walt Disney nacque il cinque dicembre 1901. (foto dal web)

Sin da giovane la passione per il disegno lo portò a lavorare in un’agenzia pubblicitaria di Kansas City, dove ebbe un incontro molto importante con Ub Iwerks, che nel tempo divenne suo stretto consigliere e collaboratore. Dopo una serie di eventi non fortunati professionalmente decise, insieme al fratello e al suo collaboratore, di fondare a Hollywood la società Walt Disney Production. Nel 1928 realizzò il primo cartone animato con il suo personaggio più conosciuto da sempre: “Micky Mouse”, Topolino. Nel 1933 fecero il loro debutto “I tre porcellini” che divennero famosi per la canzone abbinata al cartoon “Who’s afraid of the Big Bad Wolfe?” (Chi ha paura del lupo cattivo?) conosciutissima all’epoca per essere abbinata alla campagna elettorale di Roosevelt.

Walt Disney in un francobollo
della Repubblica di San Marino.

Nel 1934 creò un altro personaggio che insieme a Topolino, è ancora oggi uno dei più amati al mondo: “Donald Duck”, Paperino.

Nel 1937 riuscì a realizzare il suo primo lungometraggio “Biancaneve e i sette nani”: una delle sue creazioni più celebri.

Biancaneve e i sette nani un cult intramontabile. (foto dal web)

Nel 1941 arrivò “Dumbo”, l’elefante volante e nel 1942 il cerbiatto “Bambi”. Dopo “Cenerentola” (1950) e “Alice nel paese delle meraviglie” (1951), nel 1961 uscì il film “La carica dei 101”, tra i più grandi successi di sempre: il cast era composto sia da attori che da animali veri.

Nel 1966 Walt Disney morì ma la produzione continuò ad andare avanti sino ad arrivare ai giorni nostri con lungometraggi animati che continuano ad appassionare grandi e piccoli.

Walt Disney negli Anni ‘30.

Stiliamo una classifica dei personaggi Disney più amati oltre gli intramontabili Miky Mouse e Donald Duck:

Biancaneve: l’eroina degli Anni ‘30, con i suoi valori etici, una ragazza dalla pelle candida, che rappresenta un canone di bellezza tuttora molto attuale.

Trilly nata nel 1953: fu prima pin up in casa Disney, ispirata alla ginnasta Margaret Kerry.

Maleficient: la più malefica dei personaggi, la cui musa ispiratrice era stata la matrigna di Cenerentola impersonata dall’attrice Eleanor Audley.

Mago Merlino: il saggio maestro che tutti avremmo voluto avere a scuola.

Ariel: la sirenetta nata nel 1989, considerata ribelle e disobbediente è diventata fonte d’ispirazione per le principesse moderne.

Aladdin: il primo personaggio maschile  che diventa un nobile perché sposa la principessa Jasmine.

Pocahontas: il primo personaggio femminile che nella storia non ha un lieto fine amoroso.

Olaf: è il pupazzo di neve di Frozen, è il braccio destro delle protagoniste e sorelle Anna ed Elsa.

Walt Disney ha segnato l’infanzia di ogni bambino.

I cartoon di Walt Disney continuano sempre ad emozionare; se per i bambini sono un passatempo, per gli adulti, costituiscono un momento di relax. Guardare un bel film dei nostri personaggi Disney preferiti non ha prezzo, spesso basta veramente poco per essere felici.