Smokey Eyes Maneskin inspired

Nella prima serata del Festival di Sanremo, martedì primo febbraio 2022, i Maneskin sono stati i super ospiti della serata. Sono rimasta colpita dal bellissimo make up che indossavano tutti i componenti della band, uno smokey eyes grafico molto intenso.

Guarda il video tutorial smokey eyes Maneskin inspired.

Il make up non è difficile da realizzare, non ci sono sfumature: il colore è netto. È molto particolare, ho voluto provare a realizzarlo per capire se mi stesse bene: sono rimasta stupita piacevolmente. Questo trucco è particolarmente indicato per chi ha la palpebra mobile coperta (occhio incappucciato), non si vede la pelle in eccesso. Ora vi mostro tutti i prodotti che ho utilizzato per ricreare questo look. Ps il mascara è scelta personale se utilizzarlo oppure no, in ogni caso non si vede, se non per intensificare ancor di più il colore sugli occhi.

Questi sono tutti i prodotti che ho utilizzato per lo smokey eyes grafico.
I prodotti base, Activize serum di Fitline, Fi+ di Mac e un gel illuminante di kiko.
Se non avete gli stessi ombretti neri, l’importante che siano molto scriventi e coprenti.
I pennelli occhi solo piatti. Il pennello al silicone l’ho utilizzato per i pigmenti di kiko e i glitter.
La matita nera è della Nyx e il lipgloss di Fenty Beauty.
L’illuminante di Fenty Beauty ”Diamond e il blush extra dimension di Mac limited edition.
I packaging dell’illuminante e blush.

Questo tipo di make up può essere adatto anche alle over, ricordatevi che non è una questione di età ma di come portiamo la nostra ”pellle”. Dipende tutto da quanto ce ne siamo sempre prese cura. Ideale da indossare per una serata o un evento fashion, non passerete inosservate, i vostri occhi ammalieranno tutti.

Mi auguro che vi sia piaciuto lo smokey eyes grafico e che possiate anche voi ricrearlo presto. Un bacio e al prossimo articolo!

Mani e unghie per le over 40

Le unghie e le mani  in una donna sono molto importanti, soprattutto per le over 40 e 50 rispecchiano la nostra persona e la cura per noi stesse. Sentiamoci libere di averle come preferiamo.

Le mani come il viso sono il nostro biglietto da visita, devono essere sempre idratate e curate indipendentemente dalla lunghezza delle unghie che è scelta personale. In questo periodo con l’utilizzo continuo di gel igienizzante, le mani si disidratano molto, vanno lavate con saponi delicati e nutrite con creme apposite. 

Avere le mani curate dimostra l’amor proprio, se portiamo la ricostruzione unghie o abbiamo lo smalto dobbiamo sempre ricordarci: di non avere troppa ricrescita, di non avere unghie rotte e smalto sbeccato; se pensiamo che questo sia troppo impegnativo é meglio optare per unghie al naturale. 

Il fucsia per la primavera è molto di tendenza.

Questo é il mio nuovo colore di unghie, ho applicato un fucsia metallizzato e sopra come top coat un trasparente glitterato. Sono stata sempre amante delle unghie lunghe da quando ero piccola, non ne posso fare a meno e riesco a fare tutto; per mantenerle uso sempre per le faccende di casa i guanti. E a voi come piacciono? Ci vediamo molto presto con un altro articolo smack!

Luxury Make Up

In tempo di pandemia la vendita di make up è diminuita del 30% ma noi donne abbiamo bisogno di coccolarci e di certo non rinunciamo ad acquistare un prodotto di marca, ci consola e ci fa stare subito bene. Da truccatrice se devo comprare qualcosa, mi deve veramente stupire, oltre alla qualità voglio che il packaging sia originale ed esclusivo. Ultimamente mi sono presa alcuni prodotti luxury che ora vi vado a mostrare.

Guarda il mio video shopping.
I miei nuovi prodotti di make up.
Il packaging della palette di Natasha Denona.
I bellissimi colori della Love palette, sono dei colori veramente
facili da stendere e molto duraturi.
Gli swaches della prima fila a partire dall’alto.
Gli swatches della fila centrale.
Gli swatches dell’ultima fila in basso.
Il packaging della palette di KVD vegan beauty.
I colori della palette, le texture sono molto morbide e si sfumano bene.
Gli swatches della prima linea in alto.
Gli swatches della linea in basso.
Il packaging della confezione di illuminante.
Il bellissimo illuminante di Anastasia Beverly Hills.
Lo Swatch dell’illuminante iridescente, molto intenso e indossato rende molto.
I gloss di Pat McGrath.
I bellissimi swatch dei gloss di Pat McGrath.
Il luxury packaging del rossetto di Charlottr Tilbury.
Il bellissimo swatch del rossetto di Charlotte Tilbury Pillow Talk 2 intense,
cremoso e di lunga tenuta.
Un altro bellissimo rossetto di Charlotte Tilbury.
Lo swatch del rossetto di Charlotte Tilbury Velvet Undergroung, ha un’ottima tenuta
pur essendo di texture cremoso.
Un mascara trasparente e nutriente, da utilizzare come base o da solo.
La matita kajal di Armani waterproof, è morbida e duratura.
Lo swatch della matita nera di Armani, mi trovo benissimo non la cambierò più.
La matita a lunga tenuta in gel per le labbra di Sephora.
Lo swatch della matita di Sephora.

Mi auguro che i prodotti che vi ho mostrato vi siano piaciuti, avrete sicuramente le idee più chiare se li volete acquistare! A presto.

Come usare i pennelli per il make up

Per la buona riuscita di un make-up la cosa principale è saper utilizzare bene i pennelli, in questo articolo vi spiego quali e quando vanno usati.

Vi consiglio di guardare il mio video con tutte le spiegazioni e movimenti esattii per l’applicazione dei prodotti.
I pennelli devono essere sempre puliti e disinfettati con prodotti appositi.

Qui di seguito vi mostro una carrellata di tanti tipi diversi, la scelta dipende dalla vostra manualità e dalla curiosità di provare nuovi modelli.

Questi pennelli sono utilizzati esclusivamente per prodotti liquidi o compatti cremosi, come creme colorate, correttori, fondotinta. La loro particolarità è che sono più spessi e fitti per spalmare meglio i prodotti.

Questi pennelli sono tutti morbidi e grossi per stendere prodotti in polvere e compatti
come il blush, ciprie, terre e illuminanti.
Altri due pennelli per applicare blush e illuminanti in modo molto leggero.
I pennelli più piccoli come questi sopra sono indispensabili per realizzare il make-up occhi.
Chi si trucca non può non averli nel suo kit di trucco.
Pennelli di precisione, il secondo da destra di silicone è molto utile per applicare brillantini
e pigmenti in polvere, il primo a destra serve per ciglia e sopracciglia.

Per acquistare i set completi li potete trovare anche online a buon prezzo, vi consiglio di leggere sempre le recensioni per essere sicuri che siano un buon affare.

Mi auguro che i miei consigli siano stati utili per avere più chiarezza nell’utilizzo dei pennelli. A presto!


La storia del rossetto

“Se siete tristi, se avete un problema, truccatevi, mettetevi il rossetto rosso e attaccate”.    Coco Chanel

Guarda il video sulla storia del rossetto.

Questa celebre frase di Coco Chanel, che abbiamo messo a titolo di quest’articolo, ci permette di ricordare che il 10 gennaio scorso è stato celebrato il 50° anniversario della sua scomparsa e ci conferma che il rossetto è forse il principale articolo del trucco femminile, che non conosce crisi, come spiegato il mese passato nell’articolo sul Lipstick Index. Non ci resta ora che fare un breve excursus sulla storia di questo prodotto del make-up, ora più richiesto in assoluto al mondo: non crediamo che ci sia una donna che non lo abbia mai utilizzato, ma nel passato non sempre è stato così.

Il rossetto: la passione di tutte le donne.

La nascita del rossetto si perde nella notte dei tempi ma, per non andare troppo indietro, troviamo le nobildonne dell’antica Roma che, pur di avere le labbra colorate, si inventarono una miscela di bacche e sangue di piccione: non possiamo di certo sapere la tenuta di quel mix ma ci sembra una soluzione alquanto macabra, per non parlare di chi non se lo poteva permettere e, pur di avere le labbra rosse, se le mordeva a tal punto da averle gonfie e sanguinose.

Nel Medioevo invece, indossare il rossetto o adoperare prodotti di bellezza, era considerato peccato a tal punto che si pensava fossero  utilizzati per le stregonerie. 

Il rossetto torna prepotentemente alla ribalta nella nobiltà in tutta Europa nel 1500, grazie anche alla regina Elisabetta I d’Inghilterra che amava le labbra rosse: tutte le donne regali ne erano affascinate. Veniva ricavato con la cera d’api e pigmenti vegetali: era un lusso unico poterlo avere. Nel Rinascimento la femminilità e la sensualità torna finalmente alla ribalta. In quel periodo si racconta che Caterina de’ Medici, fiorentina che viveva in Francia e ricopriva il ruolo di regina, era molto appassionata di rossetti ma anche di veleni, pensò così di metterne un po’ anche sul rossetto dell’amante del Re per avvelenarla.

Elisabetta I d’Inghilterra indossava sempre un rossetto rosso già dopo il 1500. (Foto dal web)

Nei decenni successivi solo in Francia rimane a far compagnia alle donne, mentre in Europa torna ancora l’idea del peccato e della stregoneria collegati a questo tanto discusso prodotto di bellezza. Il rossetto diventa, nei primi anni del ‘900, segno di femminilità e ribellione per le suffragette, movimento femminista per l’emancipazione delle donne e per il diritto al voto, che dà inizio alle sue battaglie. 

I primi rossetti in tubetto cominciarono a spuntare negli Anni ’20; i colori più in voga erano il rosso e il bordeaux; la particolarità di quel periodo: la bocca a cuore. Le donne si rimpicciolivano il labbro superiore proprio per creare quell’effetto, così tanto famoso da caratterizzare quell’epoca. 

Uno dei primi rossetti degli Anni ‘20. (Foto dal web)
Anni ‘20 Clara Bow e le sue labbra a cuore. (Foto dal web)

Anche nei momenti di crisi economica degli anni successivi e dopo la Seconda Guerra Mondiale il rossetto ha sempre avuto picchi di vendita altissimi, certificati dall’ormai famoso Lipstick Index, perché le donne si consolavano coccolandosi con l’indossare un bel rossetto. 

Basti pensare che Winston Churchill durante la Seconda Guerra Mondiale raziona tutti i prodotti di bellezza eccetto il rossetto che continuò ad essere prodotto incessantemente. Il rossetto rosso dava la carica e tirava su di morale uomini e donne.

Marilyn Monroe un mito intramontabile con le sue labbra sempre rosse.. (Foto dal web)

Negli Anni ‘50 e ‘60 il rossetto rosso diventa un must: tutte le dive di Hollywood impazziscono per portarlo e anzi Liz Taylor, nei suoi ruoli da protagonista, voleva essere l’unica ad averlo rosso. 

Dobbiamo dare un merito a loro, che hanno reso definitivamente il rossetto unico e intramontabile: da quel momento fino ai giorni nostri, quasi nessuna donna ha mai smesso di usarlo e mai nessuno glielo impedirà più.

Lipstick Index che cos’è?

La pandemia continua a fare danni ovunque, tanto da far crollare la vendita dei cosmetici a livello mondiale del 30%, l’uso della mascherina e la poca socialità hanno fatto precipitare gli  acquisti dei prodotti per le labbra.

Il tanto conosciuto lipstick index , inventato nei primi anni del 2000 durante il periodo di recessione, da Leonard Lauder, presidente del consiglio dell’azienda Estée Lauder,  é stato sempre utilizzato  come  indicatore per descrivere l’aumento di vendite di rossetti durante periodi di crisi; se in passato, in momenti delicati economicamente le donne acquistavano un  lipstick di lusso ma accessibile di prezzo, per compiacersi e consolarsi, con il Covid 19 questo non é accaduto. 

I prodotti di make up più richiesti in questo  periodo sono quelli per gli occhi come: le palette di ombretti, kajal, mascara e creme viso, anche se  ho notato che le aziende  continuano a creare collezioni di prodotti per le  labbra evidentemente,  sperano in una veloce ripresa del settore.

Come esperta di estetica il dubbio mi era già venuto ad aprile, quando avevo capito che questa situazione sarebbe andata avanti a lungo, immaginavo che avrebbe potuto cambiare radicalmente la make up routine di ogni donna.

Il mio scrigno di Sephora con una selezione di rossetti.

Anche io ho rivoluzionato completamente il  modo di truccarmi, focalizzo tutto sulla parte superiore del viso, concentrandomi sulle sopracciglia e sugli occhi, curando tutto nei minimi particolari.

Le sopracciglia sono la cornice del nostro viso, se hanno una brutta forma e non sono curate non si avrà mai un bell’aspetto, posso non truccarmi ma loro sono come i capelli quando non si hanno  puliti, danno subito segno di poca cura e trasandagine. Per quanto riguarda il trucco degli occhi, mi piace  cambiare sempre i colori di ombretti, anche se prediligo i colori luminosi e scintillanti, utilizzo kajal per la linea interna degli occhi, tanto mascara, ciglia finte e il gioco é fatto, pronta per indossare la mascherina.

I love red Lipstick..

Molte donne non amano truccare  gli occhi, ma un pò di mascara quasi tutte lo utilizzano, poi ci sono quelle che non si truccano gli occhi  ma, stendono solo un velo di fondotinta  e un pò  di rossetto, ora non lo fanno più, manca la voglia e lo spirito, inoltre la mascherina si sporcherebbe  sempre e sarebbe da sostituire ogni volta, cosa da evitare sia per l’ambiente che per la spesa economica.

In questo periodo quando sto in casa, al rossetto non rinuncio mai, non ne posso fare a meno, mi fa stare meglio con il vantaggio che le  labbra rimangono sempre idratate.

Il rossetto tornerà alla ribalta ne sono sicura, é un simbolo di femminilità e sensualità, e come diceva Marilyn Monroe: trova qualcuno che ti rovini il rossetto, non il mascara.

Foxy Eyes Make Up

Finalmente sono lieta di mostrarvi il tanto chiacchierato “Foxy Eyes” un make up molto particolare e intenso che allunga gli occhi.

Guarda il video tutorial Foxy Eyes

Nel video ho spiegato tutto nei minimi particolari, adesso vi mostro tutti i prodotti che ho utilizzato.

Il Foxy Eyes make-up prende spunto dal taglio bellissimo degli occhi della volpe (dal web).
Tutti i prodotti che ho usato per il Foxy Eyes.
Questi sono tutti i pennelli che ho utilizzato per il trucco occhi.
Questa è la palette che ho utilizzato di Natasha Denona “Glam”.
Diamond Bomb di Fenty Beauty “rose rave”
Il rossetto rosso matte che ho utilizzato è di Huda Beauty “Promotion day
Foxy Eyes make-up.
Foxy Eyes Glam make-up .

Mi auguro che questo make up vi possa piacere e lo prendiate come spunto per un vostro prossimo trucco. Vi saluto e ci vediamo molto presto! Smack!

Logo LuisaBeautyLand